Auriga presenta un nuovo modulo della piattaforma omnicanale WWS dedicato all’Asset Management e basato su un sistema di smart analytics

Auriga presenta un nuovo modulo della piattaforma omnicanale WWS dedicato all’Asset Management e basato su un sistema di smart analytics

img_news_wws_asset_m

WWS Asset Management è stato pensato per il censimento, il controllo e la manutenzione predittiva di tutti i dispositivi distribuiti nella rete bancaria, generando un abbassamento dei costi da un lato e un miglioramento del servizio dall’altro

Un nuovo modulo arricchisce la nostra suite WinWebServer, si tratta del WWS Asset Management, pensato per ottimizzare la gestione di tutti gli asset distribuiti nelle filiali e negli uffici delle banche, compresi quelli adibiti all’erogazione dei servizi al cliente finale, ovvero ATM, ASD, chioschi, tablet, digital signage e PDU (personal device units)

Lo scopo primario di questa soluzione è quello di effettuare un inventario completo e capillare di tutti questi dispositivi. La raccolta di informazioni dettagliate su di essi è fondamentale per prendere decisioni accurate in merito all’acquisto, all’aggiornamento, alla ridistribuzione e infine alla dismissione degli asset della banca. Ecco perché WWS Asset Management fornisce una visione chiara e puntuale di elementi chiave, come: la localizzazione, lo status, le caratteristiche principali hardware e software, le periferiche connesse e la relazione gerarchica tra singoli dispositivi.

Ma la nostra nuova soluzione si spinge oltre, consentendo anche di fare una valutazione predittiva sulla necessità di interventi di manutenzione. In questo modo è possible avere un controllo più preciso dei costi legati alla manutenzione dei device e assicurare sempre maggiori livelli di servizio, garantendo quindi accessibilità continua agli utenti. WWS Asset Management permette la configurazione di un algoritmo previsionale partendo dall’analisi dei dati storici di almeno 24 mesi e combinando queste informazioni con quelle risultanti da interventi sui dispositivi. In questo modo verranno forniti scenari relativi alla più opportuna definizione dei contratti di manutenzione e degli SLA (Service Level Agreement). Per arrivare anche a suggerire campagne di dismissione e sostituzione, attraverso l’analisi del ciclo di vita del device. Il tutto per permettere alla banca di beneficiare di un abbassamento dei costi operativi e di un tangibile miglioramento del servizio.

Per conoscere nel dettaglio le novità di questo nuovo strumento,  scarica la brochure di WWS Asset Management

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti non disponibili