Passaparola: Bari,contest organizzato dal Dipartimento di Informatica, dal SERLAB dell’Università degli Studi di Bari e promosso dal Distretto Produttivo dell’Informatica pugliese

Passaparola: Bari,contest organizzato dal Dipartimento di Informatica, dal SERLAB dell’Università degli Studi di Bari e promosso dal Distretto Produttivo dell’Informatica pugliese

Nove idee innovative per la smartindustry e la smartmobility, ma anche per la promozione dei beni culturali e la gestione delle code nei supermercati, si sono sfidate per convincere una… Approfondisci

Nove idee innovative per la smartindustry e la smartmobility, ma anche per la promozione dei beni culturali e la gestione delle code nei supermercati, si sono sfidate per convincere una giuria di imprenditori ed esponenti dell’IT pugliese. L’ha spuntata ‘CicerOne’, l’app social che trasforma semplici cittadini amanti del proprio territorio in guide turistiche locali, pronte a suggerire percorsi atipici ai visitatori più esigenti. Si è conclusa così l’edizione 2019 del ‘Project Day’ organizzato dal SERLAB (Software Engineering ResearchLaboratory) dell’Università degli Studi di Bari con il supporto del Distretto Produttivo dell’Informatica pugliese.

Anche quest’anno l’appuntamento è stato occasione per far incontrare circa 270 studenti dei corsi di Ingegneria del Software e Project Management del Dipartimento di Informatica dell’Università di Bari con esponenti del mondo informatico pugliese, per uno scambio di idee sugli sviluppi del comparto e sulle opportunità professionali nell’IT pugliese.A guidarela riflessione, i dati del report 2018 realizzato dall’’Osservatorio IT’ del Distretto, cui è seguita l’indagine live tra i ragazzi per sondare le loro aspettative sul lavoro nell’informatica e i motivi che li spingono a proseguire gli studi o cercare un’occupazione sul territorio regionale o altrove. I risultati contribuiranno a delineare le indicazioni che il prossimo report dell’Osservatorio IT del Distretto fornirà ad amministratori e imprenditori per riflettere sulle strategie di crescita del comparto.

Oltre alla vincitrice ‘CicerOne’, hanno partecipato al contest anche progetticome ‘Quick Order’, la soluzione che, grazie a una combinazione di app e codici QR-Code, velocizza le prenotazioni nei locali della ristorazione abbattendo i tempi di attesa e migliorando la gestione complessiva dell’ordine. Ci sono poi ‘Smart Industry’, l’app più il QR-Code che aiutano a pianificare la manutenzione di impianti industriali 4.0 contando su una maxi-memoria che contiene tutte le informazioni tecniche relative al macchinario. E ancora, ‘Quale Queue’ è l’idea che si propone di risolvere il problema delle code nella GDO, mentre ‘Pullman Community’ si presenta come la soluzione per informare al meglio chi usa i trasporti pubblici locali e ‘Easy Rommates’ si propone di tenere in ordine i conti o gestire le piccole manutenzioni per gruppi di persone che condividono gli spazi, come coinquilini di un appartamento o inquilini di un condominio. Infine, ‘Uniscount’, un sistema per l’identificazione e localizzazione di sconti, coupon e servizi per studenti ed ‘Enjoy’, un sistema “social” proposto dagli allievi della scuola della Marina Militare per promuovere eventi serali garantendo visibilità a locali meno noti, comprare eventuali prevendite e conoscere le persone che vi partecipano.

La classifica è stata determinata per il 60% dalla giuria di esperti e per il restante 40% dagli stessi studenti che hanno giudicato le idee da 4 diversi punti di vista: gradimento generale, innovatività, ricadute industriali, fattibilità. ‘CicerOne’ è stata la soluzione più gradita in assoluto dagli studenti, seguita da ‘UniScount’ e poi, per un pugno di punti, ‘Enjoy’, ‘Quick Order’ e ‘Easy Rommates’ (quest’ultima in cima alla classifica di fattibilità). ‘Enjoy’ è stata invece quellain cima ai favori della giuria degli esponenti delle aziende presenti, che ha staccato di un solo punto ‘CicerOne’, considerata la più innovativa.

I lavori del ‘Project Day’, condotti dai docenti e ricercatori del SERLAB Danilo Caivano e Antonio Piccinno, hanno visto la partecipazione di rappresentanti di Confcooperative Puglia e Confindustria Bari e BAT, delle aziende Auriga SpA, Cybertech – Gruppo Engineering, ExpriviaSpA, SIDEA Group, Indra e PMI Southern Italy Chapter.

 

Leggi l’articolo originale

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti non disponibili