Il potere del software

Il potere del software

Le banche più importanti continuano a trasformare i loro ecosistemi introducendo nuove tecnologie che offrono ai clienti un'esperienza digitale personalizzata ed efficiente. La sempre più diffusa automazione di servizi "self-service" riduce i costi operativi e assicura un valore aggiunto a tutti gli operatori. Oggi più che mai il software rappresenta il motore di questa evoluzione verso l'eccellenza dei servizi.

Le più recenti soluzioni multicanale soddisfano le esigenze dell'attività bancaria digitale
Nella "lista dei desideri" per i servizi bancari è inclusa l'esigenza di servizi semplificati tra filiale, canali virtuali e dispositivi mobili. I servizi dovrebbero adattarsi automaticamente alle esigenze di ogni cliente e svilupparsi in modo semplice in linea con le esigenze sempre nuove della banca e del mercato. Fortunatamente i desideri di ieri sono oggi una realtà. Le moderne strategie multicanale stanno aggiungendo sempre di più una dimensione umana alle interazioni digitali che accrescono continuamente la qualità delle relazioni con il cliente, per la banca e gli altri soggetti interessati.
La pressione competitiva sugli istituti bancari per attirare e fidelizzare i clienti non è mai stata così intensa. Gli approcci che si basano sulle trovate pubblicitarie sono ormai inefficaci, perché i clienti sono più informati e insistono per disporre di opzioni bancarie che soddisfano le loro esigenze, a casa, sul posto di lavoro o in qualsiasi altro luogo. In questa nuova era molti clienti considerano come sportello bancario la schermata del loro smartphone, che ha letteralmente sostituito il tradizionale cassiere. Gli istituti bancari devono abbandonare i modelli tradizionali di evoluzione indipendente dei canali di servizio e preferire un approccio multicanale, uniforme e rivolto al cliente che permetta di offrire servizi efficienti sempre e ovunque.
La buona notizia è ora sono disponibili moderne soluzioni multicanale in grado di soddisfare in maniera esaustiva le complesse richieste della banca digitale. Inoltre, la capacità di personalizzare i servizi per le esigenze specifiche del cliente consente alle banche di aggiungere una dimensione "umana" ai suoi canali virtuali e di migliorare la qualità e la soddisfazione reciproca delle relazioni che hanno con i clienti.

Le banche vogliono l'indipendenza dai fornitori
I costi dell'hardware sono in ribasso in molti settori e quello bancario non fa certo eccezione. La proliferazione di smartphone e tablet e le nuove invenzioni di "informatica indossabile" stanno fornendo entusiasmanti opzioni "self-service". Anche il mercato tradizionale degli sportelli automatici è in pieno mutamento con l'ingresso di nuovi operatori che, grazie alla crescente reputazione positiva, rappresentano una vera minaccia per i "Big 3". Questo panorama dell'hardware altamente dinamico rappresenta sicuramente una buona notizia per le banche, che possono trarre vantaggio dalle tantissime opportunità create dalla fusione delle tecnologie di Internet e dei servizi emergenti. Tuttavia, una banca può sfruttare appieno queste potenzialità solo utilizzando la giusta strategia per il software. Nello specifico, ha successo solo se l'approccio utilizzato si basa sull'indipendenza dai fornitori, anche in termini di assistenza. Solo in questo caso una banca può realizzare la piena ed efficace integrazione dei servizi, con costi contenuti, in tutti i canali utilizzati, indipendentemente dall'hardware adottato.
Ovviamente anche la scelta dell'hardware giusto è importante per qualsiasi strategia "self-service", ma è anche vero che l'hardware è e continuerà a essere un bene. Gli istituti bancari più accorti stanno cercando di ottenere una reale indipendenza dai fornitori nella scelta del software in modo da avere il massimo potere di acquisto nella nuova era della guerra dei prezzi tra i vari operatori.
Inoltre, non si può negare che i fornitori di software indipendenti debbano mirare a realizzare un'effettiva indipendenza dei dispositivi e a raggiungere la migliore qualità, versatilità e solidità del prodotto fornito. Più semplicemente, non possono contare su altri canali di guadagno: sarà l'efficacia dei loro software a determinarne la sopravvivenza sul mercato e ad assicurare una vantaggio competitivo reale e duraturo.

La potenza dei servizi bancari multicanale con WinWebServer di Auriga
Questa filosofia dell'eccellenza del software multicanale indipendente dall'hardware rappresenta il pilastro delle attività di Auriga da oltre venti anni. WWS (WinWebServer) di Auriga è in prima linea per le attività bancarie multicanale nel competitivo e innovativo mercato italiano e sta alimentando le strategie di operatori leader tra cui Intesa Sanpaolo, Poste Italiane, Cariparma, Cartasì e Banca Marche. In ogni caso la capacità di WWS di separare e proteggere gli investimenti delle banche nei servizi aziendali dai cambiamenti dell'hardware utilizzato consente ai clienti di Auriga di avere la massima libertà nello sviluppo di nuovi servizi in un mix di hardware self-service, siano essi sportelli automatici, dispositivi per versamenti e riciclo, tablet, smartphone e sistemi per il cliente all'interno della filiale.
L'architettura mirata ai servizi di WWS rende semplice l'integrazione con qualsiasi ambiente bancario, incluse le applicazioni legacy orientate ai messaggi. Un'altra caratteristica distintiva è la capacità di sviluppare un nuovo servizio una sola volta per poi distribuirlo su più canali, dando vita a un'esperienza bancaria sempre uniforme indipendentemente dal canale scelto dal cliente. Le banche possono quindi introdurre senza difficoltà diversi servizi in grado di produrre utili, come il pagamento dei ticket sanitari, delle tasse di iscrizione per l'università, dei biglietti per le partite di calcio, degli abbonamenti per il trasporto pubblico o il trasferimento di denaro tramite il circuito Western Union.
L'approccio innovativo di Auriga e l'eccellenza della distribuzione sono oramai conosciuti grazie al successo ottenuto sul campo. WWS è la soluzione più diffusa in Italia per i servizi bancari multicanale e l'integrazione dei canali, con una quota di mercato del 64%. Inoltre, con oltre trentamila sportelli automatici gestiti da WWS, Auriga vanta  attualmente una quota di mercato del 13% in Europa occidentale e una reputazione crescente a livello mondiale.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti non disponibili